La RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) è una struttura residenziale destinata ad accogliere persone anziane (over 65 anni) non autosufficienti, alle quali garantisce prestazioni di natura sanitaria e sociosanitaria orientate a migliorarne, o quantomeno a mantenere, i livelli di autonomia residua, promuoverne il benessere, prevenire e curare le malattie croniche e la loro riacutizzazione.

Le RSA possono essere pubbliche o private, devono essere autorizzate, possono essere accreditate e/o contrattualizzate attraverso un contratto che stipulano con le Agenzie di Tutela della Salute (ATS), come avviene ad esempio in Regione Lombardia.

Inoltre, molte RSA sono autorizzate a fornire servizi e prestazioni non solo di natura residenziale. Negli anni le realtà multiservizio sono notevolmente aumentate e non è così infrequente trovare strutture all’interno delle quali sono presenti Centri Diurni Integrati, Hospice per i malati terminali, Ambulatori Specialistici solo per citare alcuni servizi o che offrono prestazioni di natura Domiciliare.

La principale fonte di finanziamento di una RSA sono le rette a carico degli ospiti. Le RSA con posti a contratto ricevono inoltre un contributo regionale che varia in funzione del livello di compromissione/assistenza da garantire all’ospite. In alcuni casi è possibile trovare anche una compartecipazione alla spesa (retta) garantita dal Comune di residenza dell’ospite.

Nell’era del COVID-19 molte strutture si sono venute a trovare in situazioni di grave difficoltà anche economica. Le limitazioni all’accesso di nuovi ospiti introdotte per contenere il diffondersi del contagio hanno impattato, in termini economici, in maniera molto pesante sia per il mancato introito delle rette, sia per la mancanza di contribuzione pubblica sui posti letto rimasti vuoti.

A questo si somma l’aumento dei costi sostenuti per la messa in sicurezza delle strutture, per l’acquisto dei dispositivi individuali di protezione ad uso degli ospiti e degli operatori.

Sempre sul versante dell’aumento dei costi vanno annoverate anche le polizze assicurative private, in particolare quelle a tutela dei danni indiretti (Business Interruption), dei rischi derivanti da Responsabilità Civile e da quelli della Protezione Legale  che una struttura deve sostenere per evitare ulteriori impatti negativi a causa di eventi non prevedibili..

Per una verifica dei tuoi costi assicurativii CONTATTACI SENZA IMPEGNO